Er Sor Tranquillo

Dato che Lola chra na cavallina...
Tranquillo, era geloso de la moje
Aripenzava spesso a qu le gioje...
Che lei je riservava gni matina

Per ci'aveva: na fissa ner cervello
Come n'chiodo ficcato n'de la testa
"Vojo sper che sia n donna onesta
Sinn cia'vr bisogno de n'cappello..."

Esci da casa triste e sconzolato
E je compr n'anello de brillanti
"Bisogna che lo tratto co li guanti
Pe mette a paro quello ch penzato..."

Rimbocc er portone emozionato
"Sicuramente la trover distesa
Me vojo mmagginamme la sorpresa"
Riv su a ripianetto senza fiato

Apr la porta er vecchio Mustaf
"Quello che poi succede n n've dico"
Convinto che quer tizio era l'amico...
Perch la moje la stava a smucin

Divent rosso, peggio de n'tizzone
"Fece mh quello r comparetto!
E chi se l'aspettava st duetto
Lola strill ce v na spiegazione

Tranqu pe via che ce sto comparato
Volevo chiede na cosa a la commare
N'cera Lalla, per c'ra er compare
Questo r motivo perch l'h chiamato

Je fece Lillo mio nun penz ar male
Lo sai si quant' bono er sor Donato
J chiesto m'piacere n me l negato
Me stava a scioje un nodo sur zinale

Me sar presa troppa confidenza?
Poi co la moje semo come d sorelle
Da sempre amiche e amiche pe la pelle
Che n me parza ah na sconvenienza!

E' vero vero fece er sor Donato
"Na situazione certo m'p curiosa
Parrebbe a prima vista maliziosa
Che te capisco e s mortificato

Per na vorta ar mare, e li n'vacanza
Se stava p'affog povera Lalla
E tu pe mantenella mejo a galla
J'hai messo le mano ah sotto la panza!!!

Va bh Don n'vojo attizz er foco
Siccome stavi vicino... li a mi moje
N'sei n'dottore, lei n n'ci le doje
A me quer quadro... m' garbato poco

Sbrojato che l'avemo qu l'arcano
Chiarite che s state le parvenze
Fenimola de st sput sentenze
Sempre compari e damese la mano

La storia qu fenisce manco a dillo
Aritrov la pace er sor Tranquillo